Distribuzione di arredamento: i trend di sviluppo tecnologico per il 2017

Quello che conta è il significato, non il “significante”…ma per introdurre alcuni fra i maggiori trend di sviluppo tecnologico della distribuzione di arredamento (sui quali in Area D. lavoreremo nei prossimi mesi e nei prossimi anni) ecco tre belle “etichette” con tanto di anglicismo: quello che conta è il significato, ma il significante giusto permette di capirsi al volo mentre si lavora su un certo progetto.

Exhibition
Consiste nel trasformare lo showroom monomarca in un luogo privilegiato di contatto umano fra il Consumatore e il brand con tutti i suoi valori (non necessariamente con i suoi “prodotti”). Questo trend a livello globale si può definire come “digital retail”, e per questa tematica l’arredo potrebbe essere simile ad altri settori. Il primo test per inizio 2017.

Visualization
L’obiettivo è rendere veramente semplice ed immediata la visualizzazione di modelli 3D fotorealistici, configurati in tempo reale secondo la richiesta specifica del Consumatore, ed inseriti alternativamente o nella stanza “virtuale” del cliente, oppure visualizzati di fronte a sè con un ologramma. Anche in questo caso il primo test per inizio 2017, soluzioni più immersive nei due anni successivi.

Interaction
L’ambizione è quella di insegnare alla “macchina” a servire il Consumatore in modo veramente interattivo, rispondendo a domande aperte, ponendo a sua volta delle domande…il tutto per assistere 24/7 il cliente in modo non molto dissimile da come farebbe un apprendista arredatore / venditore: è quello che chiamiamo “everywhere service”, ed è vero che non potremo mai sostituire un bravo arredatore, ma è certo che fa qualche anno il settore farà a meno di tanti venditori impreparati. Con tanto sacrificio (ed un po’ di fortuna) il settore arredamento potrà vedere questa innovazione nel corso del 2018.
E’ vero, ognuno di questi obiettivi richiederebbe interi post dedicati, anche solo per sfiorarne la superficie; ma mi piaceva l’idea di unirli in una visione complessiva, per cercare di intravedere il futuro della distribuzione di arredamento.

Cosa ne pensate?
Ci sono altri trend che ritenete saranno trainanti?

Buon lavoro a tutti.